riconsociuti header

 

    Beni culturali e lavoro: problematiche e prospettive

    Martedì 22 marzo 2005 nell’Odeion della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma si è svolto il convegno “Beni Culturali e lavoro: problematiche e prospettive”.
    Il convegno, organizzato dalla Confederazione Italiana Archeologi e dall’Associazione Nazionale Storici dell’Arte, ha analizzato le condizioni sociali e professionali degli operatori dei Beni Culturali, in particolare di archeologi, storici dell’arte e restauratori, alla luce dei nuovi percorsi formativi e delle molteplici e complesse realtà lavorative.

    Lo scopo è stato quello di offrire un momento di confronto a esponenti di Università, Soprintendenze, Sindacati e mondo del lavoro per delineare il quadro attuale della situazione, facendo luce sia sul percorso di formazione che sulle reali opportunità di lavoro. Sono stati invitati a parlare alcuni docenti, con lo scopo di chiarire quali sono le fasi del percorso formativo di uno studente, anche in relazione alle nuove lauree. Sono inoltre intervenuti espoinenti di enti locali, sovrintendenze e cooperative al fine di comprendere quale è la posizione lavorativa di un operatore dei Beni Culturali in Italia e, soprattutto, se ci potrà essere una tutela giuridica di queste categorie professionali.

    2005


    PROGRAMMA DEL CONVEGNO

    9.00 CERIMONIA INAUGURALE DEI LAVORI

    9.15 SALUTI

    C. Panella 

    Direttrice del Dipartimento di Scienze Storiche, Archeologiche e Antropologiche dell’Antichità dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

     

    9.30 RELAZIONE INTRODUTTIVA

    G. Leoni 

    Presidente della Confederazione Italiana Archeologi

     

    10.00 RELAZIONI

    S. Tortorella Docente di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza” 

    M. Dalai Emiliani Direttrice della Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

    L. Rissotto 
    Docente dell'Istituto Centarle di Restauro

    I .Berlingò 
    Presidente Assotecnici

    10.45 Pausa caffè

    11.00 RELAZIONI

    G. Cerasoli Segretario nazionale UIL Beni culturali

    A. Bottini Soprintendente per i Beni Archeologici di Roma

    C. Calcara 
    Segretario nazionale CISL Beni culturali

    R. Galossi 
    Vice-presidente ANCPL - Ass. naz. coop. di produzione e lavoro

    F. Fammoni 
    Responsabile nazionale CGIL formazione e lavoro

    G. Malaspina 
    Assessore al lavoro della Provincia di Roma

    N. Grasso 
    Docente di Legislazione dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Lecce

    13.00-14.00 Pranzo

    14.00 RELAZIONI

    A. Vanzetti Ricercatore presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

    L. Ciaramelletti Assessore alla cultura della Regione Lazio

    N. Bono 
    Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali

    U. Marroni 
    Vice Presidente Commissione Urbanistica Comune di Roma

    14.45 TAVOLA ROTONDA

    coordinata da C. Dal Maso giornalista

    R. Borioni Presidente dell’A.NA.ST.AR.

    M. G. Sarti 
    Associazione Bianchi Bandinelli

    W. Tocci 
    Deputato membro della Commissione Cultura della Camera

    M. Guaitoli 
    Preside della Facoltà di Beni Culturali dell’Università degli Studi di Lecce


    scarica
    la relazione introduttiva.pdf (133Kb)

    Stampa Email